Allevamento Gloster, conduzione e gestione -

Vai ai contenuti

Menu principale:


CURA E GESTIONE ALLEVAMENTO CANARINI GLOSTER


Traduzione in italiano dell'articolo "Allevamento canarini Gloster" : Gloster Fancy Canaries: A Portfolio of Topics By:
Norman Wallace & George Storey



1. FAR SVERNARE I TUOI CANARINI GLOSTER

Il periodo di riposo dei Gloster di solito inizia alla fine della muta o alla fine del periodo di esposizione, in base alle necessità che hai nei confronti del tuo gruppo di Gloster.I Gloster che devono essere tenuti cadono all’interno di una varietà di classi, (sarà discusso al punto 6) e per questa ragione l’alloggio e il nutrimento del gruppo verrà modificato per soddisfare la situazione.Il periodo che va dalla fine della muta fino all’inizio del nuovo anno è un periodo in cui la stanza dall'evamento e il gruppo di canarini sono in una situazione fluida, variabile. Il gruppo dovrà essere spostato nella gabbie in base a spazio disponibile e necessità. I Gloster che devono essere tenuti , (per fini riproduttivi ) e non esposti in manifestazioni potranno essere ingabbiati in gruppi e con riguardo potremo separare le femmine dai maschi. Lo stesso vale per i Gloster più giovani (che non devono essere esposti). D’altronde anche i canarini in eccesso (surplus...) richiedono un alloggio simile ma bisogna far attenzione alle necessità e alla qualità di questo gruppo se vogliamo soddisfare le esigenze del cliente......Qualità in questo senso indica sempre “adatto al nostro scopo”.
Quindi bisogna fare attenzione alla pulizia e alla salute di tutti gli uccelli in eccesso. I Gloster che non hanno valore dovrebbero essere rimossi dall'allevamento il prima possibile per dare più spazio agli altri uccelli. Puoi sempre dare i Gloster tolti a parchi con uccelliere o a scuole che ne possiedano.....( uccellaio..!! ?? )
I Gloster che sono scelti per l’esposizione devono essere ingabbiati singolarmente poichè bisogna dar più attenzione a ognuno. In questo modo abbiamo un gruppo misto con necessità differenti nei mesi tra ottobre e gennaio. Allo scopo dello svernamento, il canarino Gloster richiede "un’esistenza istituzionalizzata ". Richiedono una sistemazione tranquilla e confortevole e una dieta bilanciata (quindi non troppo ricca)

SISTEMAZIONE TRANQUILLA: I mesi dello svernamento sono quelli da novembre a marzo, settimana più o settimana meno.L’alloggio dovrà essere pensato in base al gruppo di canarini. I Gloster maschi dovranno essere separati e posti in gabbie da riproduzione (se possibile divisibili.... ) e le femmine dovranno essere poste nella più ampia voliera/gabbia possibile. Questa sistemazione porta a una gestione più semplice del gruppo di canarini durante i freddi mesi invernali e permette al gruppo di esercitarsi (al movimento/volo) nelle limitate ore di luce del giorno. Sovraffollare le voliere dell'allevamento ha un effetto dannoso sul Gloster infatti mettere cinque o sei femmine in una gabbia da riproduttore  ( anche se doppia ) causa stress all’uccello per questioni di ordine gerarchico. Le femmine di Gloster possono essere ingabbiate singolarmente o in due in una gabbia da  riproduzione senza effetti collaterali sulla capacità riproduttiva, ma non si può sovraffollare la gabbia. Anche se la sistemazione tranquilla è prioritaria, un pò di movimento potrà esserci, tenendo in mente il rinnovamento che si sta operando in questo periodo sulle gabbie e sull’attrezzatura. Comunque bisogna pensare alle necessità del Gloster per evitare stress inopportuno, alla sua necessità di riposo in questo periodo e all’uso non equilibrato della luce

SISTEMAZIONE CONFORTEVOLE: la sistemazione confortevole tiene in considerazione il sovraffollamento, la pulizia, la luce e il calore. Confortevole significa mirare al benessere, infatti sovraffollamento, sporcizia e cattive condizioni non fanno sì che i Gloster siano a proprio agio. Infatti, pessime condizioni portano a una stagione di allevamento complicato (quando è già abbastanza complicato senza ulteriori problemi). La luce deve essere usata solo per nutrire il gruppo o quando si deve intervenire su problemi nella stanza di allevamento.., durante questo periodo ci deve comunque essere un uso bilanciato della luce piuttosto di una sistemazione ad hoc. Comfort significa anche temperatura e qui sosteniamo l’uso assennato di un termostato per controllare che la temperatura sia a non più di 10° C. Questa temperatura darà modo ai Gloster di sentirsi bene e "lavorare" bene in un ambiente pulito.C: DIETA BILANCIATA: dieta bilanciata in questo periodo dell’anno significa un uso controllato di cibi molli e condizionatori. Basterà un buon mix per canarini con eccellente carbone di arenaria più un additivo solubile in acqua. Questo può essere completato con verdure e pastone all'uovo, date settimanalmente. La dieta si cambia solo quando le giornate iniziano ad allungarsi alla fine di febbraio: il pastone all'uovo viene aumentato fino a quando viene somministrato ogni giorno fino a prima dell’accoppiamento. Ogni giorno si da acqua fresca da bere e i bagnetti saranno molto ben accetti quando e se offerti ai nostri canarini Gloster. Non c’è una formula magica per mantenere un gruppo in salute, tutto ruota attorno a pulizia, sistemazione non sovraffollata, dieta bilanciata e calma attorno al gruppo.

2. RAGGIUNGERE LE CONDIZIONI PER L’ALLEVAMENTO DEI GLOSTER

La condizione ideale per l’allevamento del gloster è raggiunta controllando l’ambiente in cui il nostro Gloster alloggia e l’allungamento delle ore di luce naturale o non-naturale” questa frase o definizione dice tutto.Usando un alloggio non sovraffollato, avendo condizioni di pulizia buone e dando una dieta bilanciata ai canarini (ottenuta anche grazie alla somministrazione di pastone all'uovo), raggiungerai le condizioni adatte all’allevamento. Con l’aumento delle ore di luce, l’istinto naturale degli uccelli sarà di riprodursi. Questo non vale solo se il canarino è fuori forma, per esempio se non è sano. Condizioni di salute non buone possono giungere in quattro modi

  • 1 La costituzione genetica della creatura decide la sua durata di vita e stato di salute. Questo aspetto non è determinabile dagli appassionati, comunque se allevi un gruppo in salute, dovresti allevare individui sani se quelli malaticci sono stati eliminati

  • 2. Condizioni cattive portano a un decadimento a livello di salute e ciò porterà a una riduzione dell’abilità del Gloster di riprodursi

  • 3. Una dieta non bilanciata in cui non ci sono abbastanza minerali vitali e proteine ferma la capacità riproduttiva del canarino

  • 4 Luce e calore insufficienti riducono la necessità di riprodursi. L’opposto porterà il canarino in una posizione avanzata se le altre condizioni sono corrette. Come sempre, non è richiesta una formula magica per le condizioni di allevamento, basta una buona e basica amministrazione degli uccelli.


3. UNA SEMPLICE ROUTINE PER NUTRIRE I TUOI GLOSTER

Gli scrittori (autori del testo) hanno raggiunto stagioni di allevamento e esposizioni di molto successo basandosi su una semplice routine per nutrire i canarini. Una definizione di questa routine può essere questa: “per raggiungere i requisiti necessari per sostenere la salute e il benessere del Gloster in modo che si riproduca e acquisisca la necessaria forma fisica per abilitarlo e essere esposto senza causargli stress o malattie”. Quindi quali sono i requisiti necessari? Sono necessità di base e esigenze supplementari

  • 1. NECESSITA’ DI BASE: * acqua pulita in contenitori igienici; * una buona varietà di misto per canarini che equivale al 50% di scagliola; eccellente arenaria e carbone, insieme a osso di seppia; * additivo solubile per sopperire alle vitamine e elementi necessari

  • 2. ESIGENZE SUPPLEMENTARI: * Pastone all'uovo, dato in base al periodo dell’anno; * verdure e scarti di verdure dati quando e se possibile (comunque non più di una volta a settimana); * semi messi in ammollo dati durante la stagione di accoppiamento e muta; * semicondizionati dati periodicamente durante l’anno. Gli scrittori non usano: * abbondanza di verdure nel periodo dell’accoppiamento; * pezzetti di pane inzuppati nel latte, se non per il nutrimento a mano; * un uso abbondante di additivi vitaminici.



4. PERIODO DI MUTA DEI CANARINI GLOSTER


Per ottenere una buona muta dei Gloster basta seguire le poche regole che seguono:

  • 1. Bisogna mettere fine alla stagione dell’allevamento in modo ragionato per far sì che i Gloster abbiano tempo sufficiente per completare la muta prima dell’arrivo dell’inverno

  • 2. Buone condizioni igieniche, in modo da poter vedere i segni della muta.

  • 3. Una stanza di allevamento ben ventilata lascia che si creino movimenti d’aria ma non corrente.

  • 4. Una buona dieta bilanciata e ricca di proteine permette una migliore crescita del piumaggio. In questo periodo va bene anche continuare a somministrare il pastone con l’uovo e semi inzuppati.

  • 5. Una disponibilità costante dei bagnetti durante la muta e uso di "spray" con acqua tiepida per indurli a finire il processo.

  • 6. Condizioni in cui ci sia poco disturbo per rimuovere lo stress in questo periodo cruciale.

  • 7. Alloggi non sovraffollati danno ai canarini tutto il tempo per rilassarsi e agevola l'assunzione del cibo senza litigi. E' bene far attenzione a tutti questi punti perché il periodo della muta è un periodo molto critico per i Gloster. La muta non è una malattia ma una condizione, comunque i Gloster hanno bisogno di calma in questo periodo. Possono fare la muta in gruppi o singolarmente in caso di potenziali soggetti da esposizione. I maschi devono essere necessariamente separati, stesso vale per gli esemplari femmina che dovranno essere esposti.


L’addestramento del Gloster in gabbia finalizzato all’esposizione deve proseguire anche durante la muta, ma deve comunque essere un’operazione tranquilla e calma se non vogliamo rovinare gli esemplari da esposizione. Voliere e/o gabbie devono essere collegate alle gabbie da esposizione per consentire movimenti liberi al loro interno soprattutto per i gruppi piu' giovani. La muta è il prodotto finito di un periodo di allevamento che ha avuto successo. Per dar modo al Gloster di raggiungere il suo massimo potenziale, dobbiamo nutrirlo e allevarlo in modo corretto. La muta può essere definita come il completamento che trae i frutti della stagione dell’allevamento e permette al canarino Gloster di essere esposto, di svernare con successo e di riprodursi l’anno seguente.

5. GLOSTER IN ESPOSIZIONE

Quante volte abbiamo visto dei bei canarini Gloster presentarsi male in esposizione? L’esibizione è la parte del nostro hobby che ci fa da vetrina e ci presenta a esibitori e non solo. Gabbie da esposizione pulite e ben colorate sono una priorità, non un’idea da avere dopo, perchè dimostra le tue intenzioni come esibitore. L’esibitore/allevatore deve arrivare alla mostra ben preparato, il secondo posto non è sufficiente per catturare l’attenzione dei giudici. Come arrivare a essere i migliori ? non è cosa difficile, al contrario, basta rispettare alcune regole e seguire il buon senso.
LA GABBIA DA MOSTRA:

La cornice dell’immagine è la gabbia che deve essere pulita e ben colorata, con trespoli accettabili. Un buon seme pulito per coprire il pavimento e “un extra” di semi nella mangiatoia affiancati a una bevitoia pulita e nera. Questo è un "MUST" e non una parte di presentazione che può essere saltata.
IL TRASPORTINO:

Il trasportino è forse la prima cosa che da un’impressione di te agli altri. Deve essere “adatto all’uso”. Come la gabbia deve essere pulito e ben rifinito, magari con il tuo nome sopra. Quanto spesso viene trascurata questa parte?!
IL GLOSTER:

Il Gloster deve essere immacolato. Deve essere prima di tutto pulito, ordinato e in ottima salute, perchè senza questi criteri, l’esposizione è da considerarsi nulla. Un canarino Gloster sporco o in cattiva salute da una cattiva impressione e deve essere deplorato, non condonato. Raggiungere gli standard necessari per la mostra e per raggiungere il successo aumenteranno mano a mano che il gruppo di canarini Gloster si svilupperà, ma se non seguirà i dettagli segnalati sopra, l’esibitore non arriverà da nessuna parte. Preparare il Gloster per la mostra richiede tempo e pazienza ed è un processo che inizia non appena il canarino viene svezzato.
L’addestramento in gabbia finalizzato all’esposizione deve iniziare presto e il potenziale futuro esemplare da esibire deve essere a suo agio nello spostarsi tra la gabbia da mostra e quella del gruppo. In questo modo dobbiamo maneggiare meno il Gloster che ha finito la muta nel periodo di esposizione. Durante la muta bisogna offrire dei bagnetti e usare spray con acqua tiepidi subito dopo. Il lavaggio a mano dell’esemplare da esibire va bene solo se si ha sufficiente esperienza nel settore. Non tutti i Gloster possono sopportare un lavaggio a mano completo. Anche l’appassionato con esperienza deve prestare attenzione. Un lavaggio a mano prima dell’esibizione più importante (NAZIONALE o IGBA CLUB SHOW) è tutto ciò che è richiesto durante il periodo delle esposizioni.
GESTIRE LA SQUADRA DELL’ESPOSIZIONE:
La squadra dell’esposizione deve essere gestita durante le varie stagioni per raggiungere il successo. Un approccio insufficiente nei confronti della parte del nostro hobby che riguarda l’esibizione può impedire il successo della stagione dell’allevamento. Per esibire gli esemplari al massimo del loro potenziale è necessario possedere una lista di tutte le mostre a cui si parteciperà. Quanti Gloster da esibizione avete? Giovane o adulto? ( in Inghilterra si espongono anche soggetti adulti ...) Corona o Consort? Maschi o Femmine? Ci sono uccelli che potrebbero entrare nella squadra dell’esposizione più avanti? Bisogna rispondere a tutte queste domande prima dell’esibizione. Dovresti aver valutato i tuoi Gloster e le tue necessità nel periodo delle mostre per poter migliorare nelle settimane successive. Altra domanda cui dobbiamo prestare attenzione è quante classi vuoi coprire a quelle mostre cui hai scelto di partecipare e a quali hai dato priorità? C’è una vetta che vuoi raggiungere? Se si, devi pianificare tutto in funzione di quell’obiettivo. Non mostrare troppo i tuoi Gloster alla ricerca di finti obiettivi, sii paziente e gli uccelli ti daranno i frutti del tuo lavoro di allevamento al momento giusto.

Allevamento canarini

# Gestione allevamento canarini Gloster #

 
 

Sito web ottimizzato da un consulente SEO

 
Torna ai contenuti | Torna al menu